CHIUDI
Home POPMOlise Gli Amici Nostri Calendario Spazio sfuso E-mporio

iniziativa cofinanziata dal FEASR
torna al calendario
 
Paese del mese - Jelsi
 
 
Abitanti:
1679 jelsesi
 
Altitudine:
580m s.l.m.
 
Patrono:
Sant'Andrea Apostolo - 30 Novembre
 
Festa:
Sant'Anna - 26 Luglio
 
 
Annunziata
Nei pressi della Chiesa Parrocchiale di Jelsi e in continuità con il Palazzo Carafa, si trova la cappella della SS.ma Annunziata, datata 1363 e oggi sconsacrata, con la sottostante cripta affrescata, scoperta per caso nel 1946. Il ciclo di affreschi della cripta mostra legami con la pittura di Pietro Cavallini e la stagione napoletana di Giotto. Tra le scene della vita di Cristo è presente una rarissima raffigurazione del Battesimo con Gesù nudo e la scena in cui guarisce un'indemoniata.
La Festa del Grano di Jelsi nasce come ringraziamento a Sant'Anna per la protezione ricevuta durante il terremoto del 1805. Elemento identitario della festa è la spiga, utilizzata in tutte le sue parti per decorare i carri votivi che accompagnano la Santa in processione.
L'origine della processione è legata all'utilizzo delle traglie, gli antichi mezzi di trasporto a slitta trainati da una coppia di buoi che, in occasione della festa, portano covoni decorati offerti alla Santa.
Oggi le traglie sono affiancate da carri allegorici a trazione meccanica e ai temi tradizionali si sono aggiunte nuove iconografie e racconti: dai "Carri in miniatura" realizzati da bambini e ragazzi, alle grandi composizioni che gruppi di devoti in forma volontaria, libera e giocosa creano e realizzano per accompagnare in processione il "Carro della Santa", il più importante, che accoglie e muove per le vie del paese l'immagine sacra.
L'origine del nome di Jelsi ha una storia particolare: si ritiene che il nome più antico del paese sia Tibicza poi trasformatosi in vari nomi tra i quali "Terra Gyptie", fino ad arrivare al penultimo appellativo risalente al Regno delle Due Sicilie, Ielsi, assestatosi nella grafia attuale in Jelsi.
"O vacch co corn/o scarp co nocc" (le mucche con le corna/ le scarpe con i fiocchi): detto con cui le altre comunità descrivono la Festa del Grano, ironizzando sul dialetto jelsese.